Dai dati INVALSI al miglioramento didattico

Nei giorni 11 aprile 2017 (a Calatabiano presso Istituto Comprensivo “G. Macherione”) e 4 maggio 2017 (a Mazara del Vallo presso la secondaria di 1° grado G. Grassa)  la Prof.ssa Aurelia Orlandoni ha tenuto due seminari per docenti e Dirigenti Scolastici, al fine di valorizzare le restituzioni INVALSI come utile risorsa per le scuole.  Nell’incontro, moderato dal nostro Coordinatore prof. Giovanni Marrone, è stato sottolineato come gli Istituti possano usare i documenti e gli esiti correlati alle prove per attuare piani di miglioramento al loro interno, in stretta relazione con quanto prescritto dalle Nuove Indicazioni nazionali e dalle Linee guida. I docenti sono stati sollecitati ad esaminare i Quadri di riferimento INVALSI e ad analizzare le guide alla lettura delle prove, come piste di riflessione sulle strategie metodologiche – didattiche da sviluppare. Gli incontri sono stati aperti a tutti i docenti delle scuole della rete Sophia, anche di altre discipline.

Locandina_ORLANDONI

Locandina_ORLANDONI-Mazara

I DATI DI SCUOLA-IC MACHERIONE-CALATABIANO

RICCI RIVISTO

7 Risposte a “Dai dati INVALSI al miglioramento didattico”

  1. …sarebbe utile, prima che gli insegnanti si sentano giudicati da una prova che nel bene o nel male è pur sempre uno strumento di valutazione, analizzare attentamente le restituzioni date dalla stessa e cercare di capire la strada da intraprendere per migliorare la situazione scolastica italiana. Perciò che ben vengano i seminari dove quanto meno si inizi a discutere e npn solo a polemizzare sui possibili ritorni e utilizzi che i risultati possono suggerire…

  2. Solo con prove di questo tipo si potrà conoscere l’effettiva differenza che c’è nella preparazione dei nostri giovani studenti in tutto il territorio nazionale. il PDM deve partire proprio dalla restituzione di questi risultati

  3. Interessante l’incontro e preparata la relatrice anche se personalmente non condivido l’utilità di una simile prova compresa nella valutazione in uscita dalla scuola secondaria di primo grado …questo mio pensiero è stato condiviso… evidentemente… tant’è che la relatrice stessa ci ha informato che dal prossimo anno la stessa prova verrà fatto prima dell’esame conclusivo di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.